VIDEO: Un’assistente di volo che ha 86 anni ha battuto il record per il servizio più longevo al mondo e non ha intenzione di andare in pensione…

La stragrande maggioranza delle persone fa affidamento sul proprio salario per sopravvivere. Una signora, invece, è riuscita a mantenere il suo posto di lavoro per più di 60 anni. Bette Nash ha iniziato la sua carriera nel settore aereo diventando assistente di volo per la Eastern Airlines, che ora è conosciuta come American Airlines. Ha assistito alla transizione dei sistemi del suo settore dalle lavagne ai computer e ora ha un posto nel Guinness dei primati per la sua illustre e lunga carriera come assistente di volo.

Nel 1957, quando aveva solo 21 anni, Bette lanciò la carriera alle stelle che l’avrebbe portata fino in cima. Quando ha iniziato per la prima volta nel settore, i biglietti aerei costavano circa $ 12 ciascuno e i passeggeri non dovevano effettuare prenotazioni per i loro voli con molti mesi di anticipo. In passato, l’assistente di volo era noto anche per fornire ai passeggeri aragoste e sigarette Marlboro. Nash ha lasciato un segno piuttosto indelebile sui passeggeri nel corso dei molti anni che ha trascorso lavorando nel settore aereo. Un numero significativo di passeggeri si è fatto avanti e ha affermato che i loro voli più piacevoli sono stati quelli su cui ha operato Nash. Come risultato dei suoi decenni di servizio aereo, Nash si è guadagnata lo status di superstar a pieno titolo.

Nash ha detto che lavorare come assistente di volo era stata la sua ambizione per tutta la vita quando rifletteva sulla sua lunga carriera professionale di grande successo. Ha detto che il lavoro le ha permesso di soddisfare la sua passione per l’interazione con persone diverse e per viaggiare per il mondo. Il noto assistente di volo può persino portare un passeggero al centro del corridoio per eseguire la rianimazione cardiopolmonare (RCP), che è un requisito che deve essere soddisfatto una volta all’anno.

Nash ha detto che nonostante abbia passato anni e persino decenni a lavorare nel suo campo, sente ancora che essere un’assistente di volo è stata la decisione migliore che avrebbe potuto prendere.

In un’intervista condotta esclusivamente sulla CNN, Nash ha dichiarato:

“Quando l’assistente di volo ha attraversato il corridoio, avevo 16 anni e ho detto:” Questo è per me.

Nash ha continuato dicendo che non avrebbe potuto andare in nessun’altra direzione con la sua vita professionale. “In poche parole, questo è stato il modo ideale per costruire una carriera. Mi ha fornito uno sfogo per il mio amore per le persone, e mi piace credere di aver reso un buon servizio ad altre persone come risultato “Lei ne era entusiasta.

I suoi molti anni trascorsi come celebrità nell’aria le hanno fatto guadagnare il plauso dei viaggiatori abituali che non hanno altro che elogi per lei. Nel 2017, un viaggiatore ha riferito quanto segue al Daily Mail: “La capacità di Bette di portare la temperatura dell’intero aereo a un livello confortevole è, secondo me, la sua caratteristica più sorprendente e impressionante. Vai avanti e alla fine ti imbatti in lei; non solo riconosce il tuo nome, ma ricorda anche la discussione che aveva avuto con te il giorno prima, la settimana prima o il mese prima”.

Nash ha espresso la sua gratitudine ai suoi clienti e il suo entusiasmo per l’opportunità di interagire più spesso con i suoi volantini abituali. “I miei genitori hanno il mio cuore. Mi piace volare sullo stesso aereo ogni volta perché mi permette di conoscere meglio i miei clienti “- cito lei. Inoltre, Nash ha affermato di provare piacere nel fare la differenza nelle esperienze di viaggio di altre persone.

“A bordo, attendo sempre con ansia le mie chat di tre minuti con i passeggeri. E sono spesso sbalordito dagli affascinanti lavori, viaggi e stili di vita che conducono altre persone. Perché non dovrei lavorare finché il mio corpo è in grado e la mia salute è buona? È ancora divertente “, ha detto Nash.

Nash ha riconosciuto che anche quando ha preso in considerazione l’idea di ritirarsi, non è stata in grado di lasciare la sua posizione attuale poiché era il suo “punto felice”. Quando vengo al lavoro, anche nei giorni in cui sto giocando con l’idea di andare in pensione, mi dico: “Non posso farlo”. «… cito lei.



Visualizzazioni post:
7

Posta navigazione

Like this post? Please share to your friends:
Sii felice e leggi gli articoli
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Videos from internet

Related articles: